Ragazza americana travolta a Roma da pirata della strada: è grave

8 Mar

Ragazza americana travolta a Roma da pirata della strada: è grave. L’incidente all’alba vicino alla basilica di San Giovanni. La 23enne, soccorsa dai passanti, è stata già operata.

ROMA – Una giovane statunitense Julie Brian è stata investita e gravemente ferita prima dell’alba di domenica da un pirata della strada non lontano da Porta San Giovanni. Erano le 4.30, la ragazza, 23 anni, stava tornando con un gruppo di amici da una notte trascorsa forse nei locali della zona. Travolta dall’auto, ha fatto un volo di 10 metri: il pirata si è fermato ed è sceso dall’auto per vedere cosa fosse successo, ma spaventato dalla gravità dell’incidente è fuggito senza prestarle soccorso.

Dall’edizione locale del Corriere della Sera

Annunci

4 Risposte to “Ragazza americana travolta a Roma da pirata della strada: è grave”

  1. Michelangelo 8 marzo 2010 a 11:11 #

    Non chiamiamoli “pirati della strada”, vigliacchi o vermi credo sia più appropriato.
    M!!!

  2. rotafixa 8 marzo 2010 a 21:50 #

    lo sbattete sul muso dei tavolari comunali quest’ennesimo crimine che non fanno niente per evitare?

    come ho detto qualche sera fa a dei vigili: in campana che la prossima volta scatta la vendetta.

  3. caiofabricius 9 marzo 2010 a 09:13 #

    Julie al Laterano, Eva all’autostrada dei Fori, Elizabeth e Mary Clare alla pista di Castel S.Angelo: carissimi genitori che avete mandato da tutto il mondo con fiducia le vostre stelle a rimirar quella che credevate la dolce Roma: MI VERGOGNO di questa FOGNA di CITTA’ piena di VERMI DELINQUENTI ORMAI DECEREBRATI SENZA RITORNO

    Ma il SORCIOCORRENTE microcefalo sensu lato et stricto è vittimistica-rancorosa maggioranza trasversale che ha fatto delegittimare gli AUTOVELOX e pretende impunità e licenza di uccidere con l’adorato feticcio nerolucidoclimatiddissiai (però squittiscono saccenti che ccianno l’ESP!!) VELOCITA’ MEDIA NEI TRATTI LIBERI : 80 km/h nessuna posssibilità di sopravvivenza in caso di impatto, NESSUN CONTROLLO

    Ciclodecalogo dei Ciclisti Urbani , punto PRINCIPALE:
    RIDUZIONE DELLA VELOCITÀ: zone 30 in tutto i Centri Storici. Rigoroso 50 altrove.
    – DOSSI nei tanti “obiettivi” sensibili (scuole, parchi, ospedali)
    – ATTRAVERSAMENTI PEDONALI RIALZATI per evidenziare l’attraversamento e far rallentare i mezzi anche senza pedoni e bici visibili.
    – CONTROLLI preventivi, frequenti e sanzionatori. Colpevole non è solo chi beve o si droga, ma chi corre in mezzo ai quartieri, chi “brucia” i semafori o intimidisce i pedoni accelerando sulle strisce: squallida crescente deriva da arginare senza ulteriori indugi, a pena di rendersi corresponsabili di omicidi stradali.

    Inviato alla stessa stampa che un giorno si e l’altro pure ospita lettere “indignate” del sorciocorrente microcefalo sls che è incappato in un RARISSIMO autovelox, fomentandone il rancore vittimistico-piagnone chè non pò ffà come gazzo je pare, LUI che ccià puro l’ESP!!!

  4. Marcopie 9 marzo 2010 a 12:45 #

    Stasera, al tavolo tecnico del Comune, farò presente che mentre loro ci fanno perder tempo con la ciclovia per Fiumicino, nelle strade assassini dilettanti continuano a falcidiarci, con la complicità delle istituzioni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: