I ciclisti romani rilanciano: «Le bici trasportabili sempre in metropolitana»

18 Dic

I ciclisti romani rilanciano: «Le bici trasportabili sempre in metropolitana». La proposta del coordinamento «Di traffico si muore»

ROMA – Dibattiti e tavoli di confronto. Botta e risposta a distanza. Non mollano quelli del Coordinamento romano «Di traffico si muore». Aprono un nuovo sito (www.ditrafficosimuore.org). E, dopo la proposta di rendere ciclabili le corsie preferenziali, rilanciano un tema caro ai ciclisti urbani: «Far entrare le bici in metropolitana, sempre» Mentre, spiega Paolo Bellino per il coordinamento, «oggi è possibile portare le bici (pieghevole e non) in metro, solo dopo le 21 nei feriali e per tutto il giorno nei festivi» (e solo sul primo vagone delle metro A e B).

Dall’edizione locale del Corriere della Sera

Annunci

4 Risposte to “I ciclisti romani rilanciano: «Le bici trasportabili sempre in metropolitana»”

  1. cicloelvis 28 dicembre 2009 a 12:26 #

    Speriamo che la proposta passi. Segnalo comunque che da più di un anno utilizzo, più volte a settimana, la metro per il trasporto della mia Dahon pieghevole e che mai mi è stato impedito l’accesso o mi è stato richiesto il pagamento del biglietto per la bici. Lo stesso posso dire per le volte in cui l’ho trasportata sul bus, con l’eccezione di una volta in cui uno zelante autista mi ha impedito l’accesso chiudendomi le porte in faccia . C’è da precisare che le volte che ho utilizzato il bus, si è trattato sempre di bus quasi vuoti ed in orari intorno alle 7.30/ 8 del mattino.

    Ragazzi il futiro a Roma è FOLDING!!!!

  2. francesco 31 dicembre 2009 a 13:03 #

    caro il mio bellino,le pieghevoli non possono non farle entrare ,inquanto ,il problema per i tranvieri consiste negli ingombri,e una volta piegata,una graziella con ruote da 11′ non okkupa piu’ di un trolly….

  3. Marcopie 4 gennaio 2010 a 14:54 #

    Tecnicamente gli ingombri accettati sono ben definiti, e posso garantirti che, di poco, non ci rientra nemmeno la Brompton, che si “collassa” a misure molto minori di una Dahon. Poi, se vogliono, possono questionare che l’esistenza di spigoli e sporgenze in una bici piegata mette molto più a rischio l’incolumità degli altri passeggeri che dovessero urtarla rispetto all’urtare una valigia. Insomma, come sempre l’assenza di delibere ben precise rende il tutto discrezionale.

  4. Michelangelo 7 gennaio 2010 a 12:24 #

    Non ho una pieghevole me sono sicuro che i rischi per il passeggero che la dovesse urtare, nel mio caso, deriverebbero dal proprietario e non dal mezzo.
    M!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: