Bici sulle corsie preferenziali dei bus. L’assessore: «Parliamone»

12 Dic

Bici sulle corsie preferenziali dei bus. L’assessore: «Parliamone». Il responsabile delle Politiche ambientali De Lillo: «È una proposta che verrà discussa, valutata e verificata»

ROMA – Corsie preferenziali aperte alle bici? L’idea lanciata dal coordinamento «Di traffico si muore» è stata presa in considerazione dall’assessorato capitolino all’Ambiente: «È una proposta che verrà attentamente discussa, valutata e verificata, insieme ai tecnici del VII Dipartimento (l’assessorato alla mobilità, ndr)

Dall’edizione locale del Corriere della Sera

Annunci

7 Risposte to “Bici sulle corsie preferenziali dei bus. L’assessore: «Parliamone»”

  1. Marcopie 13 dicembre 2009 a 10:55 #

    La pagina del Corriere riporta dei commenti, ma io non sono riuscito ad inserirne… Che succede? Li “chiudono” dopo un certo tempo?

  2. Mario 15 dicembre 2009 a 19:28 #

    Ho paura che come al solito siano solo chiacchiere e niente altro…

  3. lancia67 15 dicembre 2009 a 23:40 #

    Ciao a tutti.Credo che non sia una bella idea, secondo me potrebbe essere pericoloso come andare in una corsia normale.Pensiamo alla fuori uscita del carburante degli autobus,olio.Basta vedere il colore dell’asfalto nelle corsie preferenziali, e l’impazienza di alcuni taxisti ecc.. Però, che se ne parli di trovare una soluzione vuol dire che qualcosa si stà muovendo.

  4. ciclanto 17 dicembre 2009 a 11:24 #

    mah… mi lascia molto perpello, io non le uso quasi mai le preferenziali, gia’ e’ dura confrontarsi con le auto, figuriamoci con gli autobus, non riesco a capire quale sia l’utilita’, tra l’altro se sono vuote gia’ si usano.
    Mi sembrano solo chiacchiere per distrarre dai veri problemi che sono appunto, il traffico, e la velocita’ delle auto.

  5. ciclanto 17 dicembre 2009 a 11:24 #

    perplesso…volevo scrivere

  6. M!!! 17 dicembre 2009 a 12:58 #

    Il Comune dovrà, nel caso accetti la proposta, fare dei corsi di formazione sul rispetto dei ciclisti in strda ai sui dipendenti diretti (autisti di autobus) e indiretti (tassinari).
    M!!!

  7. egged 17 dicembre 2009 a 18:30 #

    diciamoci la verità: a Roma non c’è una sola norma del codice della strada rispettata da tutti. Noi tutti usiamo, spesso perchè costretti, le corsie preferenziali. E spesso si rivelano anche più pericolose delle altre strade, per tutti i motivi ricordati sopra ed altri ancora (ad esempio la deformazione dell’asfalto).
    Ma almeno, se fosse ufficialmente riconosciuto il nostro diritto di percorrerle, non rischieremmo la multa di un vigile particolarmente solerte, potremmo reagire con pieno diritto ai soprusi dei taxi e dei bus (capita anche questo) e, facendo gli scongiuri, potremmo avere diritto al risarcimento in caso di incidente.
    Poi, chi non se la sente, le potrebbe sempre evitare di usarle

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: